Riassunto

Descrizione della specie (Flora Helvetica 2018)

Tige longue de 10-30 cm lors de la floraison, pouvant plus tard atteindre 60 cm. Feuilles basales déjà présentes à la floraison, réniformes, régulièrement denticulées. Écailles caulinaires renflées à la base. Capitules 5-20. Fleurs rougeâtres, à odeur de vanille. Fleurs ext. ligulées de 4-5 mm.

Periodo di fioritura (Flora Helvetica 2018)

1-4

Ambiente e distribuzione svizzera (Flora Helvetica 2018)

Forêts humides / coll. / Cultivé comme plante d'ornement, subspontané dans les milieux thermophiles (TI, VD)

Valori ecologici (Landolt & al. 2010)

3+w+33-252.g.2n=60
.

Carta di distribuzione

Semplice

Prima dell'anno limite
Dopo l'anno limite
Prima e dopo l'anno limite

Avanzata

Colore dei simboli
Osservazione convalidata
Osservazione in fase di convalida
Occorrenza proveniente dall'Atlante Welten & Sutter (1982) e rispettivi supplementi (1984, 1994) senza osservazione nella banca dati Info Flora
Simboli
Prima dell'anno limite
Dopo l'anno limite
Indigeno
Reintrodotto
Introdotto / naturalizzato / subspontanea / scappata
Insicuro / dubbioso

Numero di osservazioni

Meno osservazioni rispetto alla soglia
Stesso numero o più osservazioni rispetto alla soglia

Nomenclatura

Nome comune

Deutscher Name:
Duftende Pestwurz
Nom français:
Pétasite odorant
Nome italiano:
Farfaraccio vaniglione

Corrispondenza con altri libri

Relation Nom Libri No
=Petasites pyrenaicus (L.) G. LópezChecklist 2017296050
=Petasites pyrenaicus (L.) G. LópezFlora Helvetica 20122152
=Petasites pyrenaicus (L.) G. LópezFlora Helvetica 20182152
=Petasites pyrenaicus (L.) G. LópezSISF/ISFS 2296050

= Il taxon corrisponde al taxon accettato (Checklist 2017)
< Il taxon è incluso nel taxon accettato (Checklist 2017)
> Il taxon include (tra gli altri) anche il taxon accettato (Checklist 2017)

Statuto

Indigenato   -  Neofita: presenza nella regione dopo la scoperta dell'America (dopo il 1500)

Ecologia

Tipo biologico

Ambienti

Ambienti Delarze & al. 2015

Specie meno legata all'ambiente 5.1.5 - Margini nitro-mesofili (Aegopodion + Alliarion)

grassetto Specie spesso dominante e con un'influenza sulla fisionomia dell'ambiente
Specie caratteristiche Specie caratteristiche
Specie meno legata all'ambiente Specie meno legata all'ambiente

Valori ecologici secondo Landolt & al. (2010)

Fattori del suolo Fattori climatici Tolleranza alla salinità
Valore d'umidità U 3+w+ Valore di luminosità L 2 Indice di salinità --
Valore di reazione R 3 Valore di temperatura T 5
Valore delle sostanze nutritive N 3 Valori di continentalità C 2
  • Legenda valori ecologici
    Valore d'umidità U
    1molto secco
    1+secco
    2mediamente secco
    2+inumidito
    3mediamente umido
    3+umido
    4molto umido
    4+impregnato
    5sommerso o sotto l'acqua
    ^piante sviluppandosi nell'acqua corrente
    Upiante generalmente sommerse
    Vpiante in parte sommerse e in parte galleggianti
    wumidità mediamente variabile (± serie di 1-2)
    w+umidità fortemente variabile (serie superiore di ± 2)
    Valore di reazione R
    1molto acido (pH 2.5-5.5)
    2acido (pH 3.5-6.5)
    3leggermente acido a neutro (pH 4.5-7.5)
    4neutro a basico (pH 5.5-8.5)
    5basico (pH 6.5->8.5)
    Valore delle sostanze nutritive N
    1molto poveri in nutrimenti
    2povero in nutrimenti
    3mediamente povero a mediamente ricco in nutrimenti
    4ricco in nutrimenti
    5molto ricco in nutrimenti a surcompostato
    Tolleranza alla salinità
    1alotollerante
    3alofita
    Valore di luminosità L
    1molto ombreggiato
    2ombreggiato
    3luoghi luminosi
    4luminosi
    5molto luminosi
    Valore di temperatura T
    1piano alpino a nivale (a partire dal limite della foresta fino al limite delle nevi)
    1+piano suprasubalpino e subalpino superiore (foreste di pino cembro e di larici)
    2piano subalpino (foreste di conifere senza faggio fino al limite superiore dell'abete rosso)
    2+piano subalpino inferiore e montano superiore
    3piano montano (foreste di faggi e d'abeti bianchi, nelle Alpi centrali foreste di pini silvestre)
    3+piano montano inferiore e collinare superiore
    4piano collinare (foreste di latifoglie miste di quercia)
    4+luogo caldo, collinare
    5luogo molto caldo, collinare (solo nei luoghi più caldi, tipico dell'Europa del sud)
    Valori di continentalità C
    1atlantico (forte umidità dell'aria, molto deboli variazioni di temperatura, inverni miti)
    2atlantico (forte umidità dell'aria, deboli variazioni di temperatura, inverni miti)
    3subatlantico a subcontinentale (umidità dell'aria media, temperaura variabile, in inverno temperature leggermente basse)
    4subcontinentale (debole umidità dell'aria, variazioni importanti di temperatura, inverni piuttosto freddi)
    5continentale (leggera umidità dell'aria, considerevoli variazioni di temperatura, inverni freddi)