Basi legali relative alle neofite invasive

 

Strategia Neobiota Svizzera

La strategia della Svizzera per le specie esotiche invasive (UFAM 2016) descrive e concretizza i regolamenti nazionali e gli obblighi internazionali relativi alle specie esotiche invasive e definisce le misure da intraprendere. Fornisce inoltre una panoramica dettagliata delle tratte internazionali, delle leggi e delle ordinanze federali che regolano direttamente o indirettamente il trattamento delle specie invasive di tutti i gruppi d'organismi. 

 

Basi legali in Svizzera

Riassunto delle basi legali in relazione alle neofite invasive (versione 06/2021)

 

Ordinanza sull’utilizzazione di organismi nell’ambiente, OEDA, Art. 1, 2, 3, 4 (Autocontrollo), 5 (Informazioni degli acquirenti), 6 (Diligenza), 15 a-f, 16, 49, 51 (Monitoraggio), 52 (Lotta), Allegato 2 (Organismi alloctoni invasivi vietati).

L'Ordinanza sull’utilizzazione di organismi nell’ambiente (OEDA, in vigore dall’ottobre 2008, revisione del 2020) definisce gli organismi alloctoni e regola l’utilizzazione di organismi alloctoni nell’ambiente. Le disposizioni generali sono la protezione dell’essere umano, degli animali, dell’ambiente e della diversità biologica. L’obbligo di diligenza durante l’utilizzazione di questi organismi alloctoni, il controllo autonomo e l’obbligo d’informare gli acquirenti sono stati ampliati.

Gli organismi alloctoni invasivi sono definiti nell’Ordinanza. Ogni specie che potrebbe causare danni o essere invasiva rientra nell’obbligo di diligenza, di controllo autonomo e d’informazione dell’acquirente. Tutte le specie della Lista nera e della Watch-List rientrano così nella OEDA e la loro utilizzazione e messa in commercio deve essere eseguita in modo da non causare danni. Funge da riferimento la raccomandazione del Cercle Exotique (ex-AGIN), nella quale "sono elencate le piante per le quali, dal punto di vista del Cercle Exotique, risulta difficile affermare in una conclusione motivata che non ci si possano aspettare pericoli e pregiudizi, neanche utilizzando tali organismi secondo le prescrizioni e le istruzioni date".

L’Ordinanza vieta anche l’uso diretto nell’ambiente di alcuni organismi esotici che, oltre alla loro forte capacità di diffondersi, provocano ulteriori danni (alla salute, all’economia, ecc.). Vedere la lista degli organismi alloctoni invasivi vietati, allegato 2 dell’OEDA. Queste specie non possono quindi essere vendute, ma molte altre neofite invasive possono ancora essere vendute. Tuttavia, un rafforzamento della base giuridica è attualmente in corso (revisione della legge sulla protezione dell'ambiente). 

 

Legge federale sulla protezione dell’ambiente, LPAmb, Art. 1 e 29a. Questa legge stabilisce che chiunque utilizzi degli organismi deve garantire che questi non costituiscano una minaccia per l’uomo o per l’ambiente e che non danneggino la diversità biologica. È attualmente in corso una revisione di questa legge.

Ordinanza sul libro dei prodotti destinati all’alimentazione animale, OLAIA, allegato 10 (i semi d’ambrosia sono indesiderati, e vengono controllati negli alimenti per animali).

Ordinanza sulla protezione dei vegetali da organismi particolarmente pericolosi, OSalV, Art. 18 (Sorveglianza della situazione fitosanitaria), 104 (Servizi cantonali), 110 (Disposizioni transitorie). L’ambrosia figura come organismo particolarmente pericoloso: è richiesto di annunciare le stazioni e di lottare contro di essa. La lotta all’ambrosia è valevole fino al 31 dicembre 2023 (disposizione transitoria).

Ordinanza concernente la riduzione dei rischi nell'utilizzione di determinate sostanze, preparati e oggetti particolarmente pericolosi, ORRPChim, allegato 2.5 (Divieti e limitazioni). La seguente ordinanza definisce dove i prodotti fitosanitari non possono essere utilizzati (es. nel bosco, su e lungo le strade, sentieri, ecc.).

 

Basi legali a livello europeo

Elenco dell'Unione

Regolamento Europeo (PDF):

Art. 4 Elenco delle specie esotiche invasive di rilevanza unionale.
6. [...] Nell'elenco dell'Unione figurano in via prioritaria le specie esotiche invasive che:

a) non sono ancora presenti nell'Unione o la cui invasione è in fase iniziale e che molto probabilmente avranno un effetto negativo significativo;

b) sono già insediate nell'Unione e hanno l'effetto negativo più significativo.

--> Elenco dell’Unione delle specie invasive (15/08/2019)