Riassunto

Descrizione della specie

Pianta alta 5 - 25 (-30) cm, generalmente di colore verde chiaro, di aspetto simile a un rosario, ramificata, circondata da una spessa mucillagine nelle parti superiori e talvolta incrostata di calcare. Diametro del cauloide : 0,25 - 0,7 mm. Internodi : 0,5 - 4 (5) cm, da 2 a 4 volte più lunghi dei raggi. Cortex : assente. Aculei : assenti. Stipuloidi : assenti. Verticilli : formati da una doppia serie di raggi, ossia ciascuno costituito da 7 - 9 raggi principali e da numerosi piccoli raggi «accessori», due volte più corti dei principali e che assumono l'aspetto di una corona di stipole. I verticilli superiori sono riuniti in glomeruli e sono mucillaginosi, quelli inferiori sono generalmente più distanziati e non mucillaginosi. Raggi (filloidi) : i raggi principali, lunghi da 0,5 a 1,2 cm, sono suddivisi da 2 a 3 (4) volte in 10 dattili, quelli accessori sono semplici o divisi 1 volta in 3 - 6 dattili. I dattili terminali sono bicellulari, con cellula terminale corta e acuminata. Monoica, molto fertile. Gametangi : maschili e femminili riuniti o disgiunti, potenzialmente collocati ad ogni biforcazione dei raggi (principali e accessori). Globulo : solitario, diametro tra 0,35 e 0,4 mm, arancione. Nucula : solitaria o geminata, lunga 0,34 - 0,65 mm, larga 0,25 - 0,4 mm. Oospora : bruno-rossa quando è umida e dorato-perlacea quando è secca (il cambiamento di colorazione indica la natura spugnosa della parete), compressa dorso-ventralmente, lunga 0,3 - 0,4 mm, larga 0,2 - 0,9 mm, 6 - 8 coste salienti e alate, parete esterna fibrosa-spugnosa. Bulbilli : assenti.

Fenologia

Specie annuale o perenne a dipendenza delle condizioni ambientali. Termofila, piuttosto estivo-autunnale, fruttifica quando le acque raggiungono 20-30 °C. Lo spesso strato di mucillagine che riveste i suoi verticilli superiori protegge per un certo temppo i gametangi dall'essicamento in caso di variazioni brusche del livello d'acqua o di esondazioni precoci.

Possibilità di confusione

Nitella hyalina fa parte delle specie di Nitella dai dattili terminali pluricellulari(Arthrodactylae). La sua altezza può variare considerevolmente a dipendenza della profondità a cui cresce e gli individui più piccoli possono essere confusi con N. confervacea o N. tenuissima. Si distifferenzia da queste facilmente poiché è la sola a possedere dei verticilli composti da due tipi di raggi.

Ambiente e distribuzione svizzera

Le ultime osservazioni risalgono al 1920. Presente in passato in una quindicina di località dell'Altopiano e localmente abbondante : stagni costieri dei laghi di Costanza, Zurigo e Lemano e una palude ginevrina.

Distribuzione generale

Cosmopolita.
.

Carta di distribuzione

Semplice

Prima dell'anno limite
Dopo l'anno limite
Prima e dopo l'anno limite

Avanzata

Colore dei simboli
Osservazione convalidata
Osservazione in fase di convalida
Occorrenza proveniente dall'Atlante Welten & Sutter (1982) e rispettivi supplementi (1984, 1994) senza osservazione nella banca dati Info Flora
Simboli
Prima dell'anno limite
Dopo l'anno limite
Indigeno
Reintrodotto
Introdotto / naturalizzato / subspontanea / scappata
Insicuro / dubbioso

Numero di osservazioni

Meno osservazioni rispetto alla soglia
Stesso numero o più osservazioni rispetto alla soglia

Nomenclatura

Nome comune

Deutscher Name:
Vielästige Glanzleuchteralge
Nom français:
--
Nome italiano:
--

Statuto

Indigenato   -  -

Ecologia

Specie eliofila e termofila che colonizza i bordi piatti di stagni o laghi surriscaldati e con un'eventuale esondazione a fine estate. In acque poco profonde (fino a 1 m), oligo-mesotrofiche, neutre a alcaline, su substrato sabbioso.

Ambienti

Ambienti Delarze & al. 2015

Specie caratteristiche 1.1.1 - Acque con vegetazione di piante non vascolari sommerse (Charion)
Specie meno legata all'ambiente 1.1.2 - Acque con vegetazione di piante vascolari sommerse (Potamion)

grassetto Specie spesso dominante e con un'influenza sulla fisionomia dell'ambiente
Specie caratteristiche Specie caratteristiche
Specie meno legata all'ambiente Specie meno legata all'ambiente

Pericoli e misure

Perdita dell'habitat

Aménager des lagunes sur les rives lacustres.
Creare dei corpi d'acqua poco profondi à proximité des rives lacustres e dans les zones alluviales.
Conservare le ghiaiere dopo l'estrazione dei materiali e les gravières après extraction des matériaux e sviluppare una parte delle loro banche su un pendio dolce.

Lacune conoscitive

Migliorare la conoscenza dell'ecologia e della biologia della specie.

Mancanza di dinamica negli ambienti acquatici

Ristabilire una dinamica naturale nella zona littorale dei laghi - favorendo le fluttuazioni del livello dell'acqua - diminuendo localmente la pendenza del littorale. Stabilire una dinamica negli stagni controllando l'approvvigionamento idrico tramite delle valvole. Aprire e mettere a nudo il substrato eliminando una parte della vegetazione quando gli ambienti sono completamente stabilizzati e vegetati. Diversi corpi d'acqua a differenti stati di copertura dovrebbero essere disponibili su scala di settori di qualche km. Una gestione regolare è auspicabile, secondo un modello di rotazione sfalsato nel tempo e nello spazio.

Eutrofizzazione delle acque

Preservare la qualità fisica e chimica delle acque a un livello oligo- a mesotrofico.
Creare una zona tampone il più larga possibile attorno ai corpi d'acqua.

Scomparsa definitiva

Reintrodurre la specie nei pressi delle località storiche, dove era presente in passato.
Ricorrere a una banca dei semi europea. Una tecnica promettente consiste nel trasferire i sedimenti da una stazione conosciuta e dove sono presenti le oospore verso un ambiente potenzialmente favorevole.

Oscuramento delle acque ferme da parte di piante legnose

Accorciare periodicamente una parte dei cespugli e degli alberi che oscurano i corpi d'acqua che possono accogliere N. hyalina.