Riassunto

Descrizione della specie

Pianta alta 5 - 25 (-30) cm, generalmente di colore verde chiaro, di aspetto simile a un rosario, ramificata, circondata da una spessa mucillagine nelle parti superiori e talvolta incrostata di calcare. Diametro del cauloide : 0,25 - 0,7 mm. Internodi : 0,5 - 4 (5) cm, da 2 a 4 volte più lunghi dei raggi. Cortex : assente. Aculei : assenti. Stipuloidi : assenti. Verticilli : formati da una doppia serie di raggi, ossia ciascuno costituito da 7 - 9 raggi principali e da numerosi piccoli raggi «accessori», due volte più corti dei principali e che assumono l'aspetto di una corona di stipole. I verticilli superiori sono riuniti in glomeruli e sono mucillaginosi, quelli inferiori sono generalmente più distanziati e non mucillaginosi. Raggi (filloidi) : i raggi principali, lunghi da 0,5 a 1,2 cm, sono suddivisi da 2 a 3 (4) volte in 10 dattili, quelli accessori sono semplici o divisi 1 volta in 3 - 6 dattili. I dattili terminali sono bicellulari, con cellula terminale corta e acuminata. Monoica, molto fertile. Gametangi : maschili e femminili riuniti o disgiunti, potenzialmente collocati ad ogni biforcazione dei raggi (principali e accessori). Globulo : solitario, diametro tra 0,35 e 0,4 mm, arancione. Nucula : solitaria o geminata, lunga 0,34 - 0,65 mm, larga 0,25 - 0,4 mm. Oospora : bruno-rossa quando è umida e dorato-perlacea quando è secca (il cambiamento di colorazione indica la natura spugnosa della parete), compressa dorso-ventralmente, lunga 0,3 - 0,4 mm, larga 0,2 - 0,9 mm, 6 - 8 coste salienti e alate, parete esterna fibrosa-spugnosa. Bulbilli : assenti.

Fenologia

Specie annuale o perenne a dipendenza delle condizioni ambientali. Termofila, piuttosto estivo-autunnale, fruttifica quando le acque raggiungono 20-30 °C. Lo spesso strato di mucillagine che riveste i suoi verticilli superiori protegge per un certo temppo i gametangi dall'essicamento in caso di variazioni brusche del livello d'acqua o di esondazioni precoci.

Possibilità di confusione

Nitella hyalina fa parte delle specie di Nitella dai dattili terminali pluricellulari(Arthrodactylae). La sua altezza può variare considerevolmente a dipendenza della profondità a cui cresce e gli individui più piccoli possono essere confusi con N. confervacea o N. tenuissima. Si distifferenzia da queste facilmente poiché è la sola a possedere dei verticilli composti da due tipi di raggi.

Ambiente e distribuzione svizzera

Le ultime osservazioni risalgono al 1920. Presente in passato in una quindicina di località dell'Altopiano e localmente abbondante : stagni costieri dei laghi di Costanza, Zurigo e Lemano e una palude ginevrina.

Distribuzione generale

Cosmopolita.
.

Carta di distribuzione

Semplice

Prima dell'anno limite
Dopo l'anno limite
Prima e dopo l'anno limite

Avanzata

Colore dei simboli
Osservazione convalidata
Osservazione in fase di convalida
Occorrenza proveniente dall'Atlante Welten & Sutter (1982) e rispettivi supplementi (1984, 1994) senza osservazione nella banca dati Info Flora
Simboli
Prima dell'anno limite
Dopo l'anno limite
Indigeno
Reintrodotto
Introdotto / naturalizzato / subspontanea / scappata
Insicuro / dubbioso

Numero di osservazioni

Meno osservazioni rispetto alla soglia
Stesso numero o più osservazioni rispetto alla soglia

Nomenclatura

Nome comune

Deutscher Name:
Vielästige Glanzleuchteralge
Nom français:
--
Nome italiano:
--

Statuto

Indigenato   -  -

Ecologia

Specie eliofila e termofila che colonizza i bordi piatti di stagni o laghi surriscaldati e con un'eventuale esondazione a fine estate. In acque poco profonde (fino a 1 m), oligo-mesotrofiche, neutre a alcaline, su substrato sabbioso.

Ambienti

Ambienti Delarze & al. 2015

Specie caratteristiche 1.1.1 - Acque con vegetazione di piante non vascolari sommerse (Charion)
Specie meno legata all'ambiente 1.1.2 - Acque con vegetazione di piante vascolari sommerse (Potamion)

grassetto Specie spesso dominante e con un'influenza sulla fisionomia dell'ambiente
Specie caratteristiche Specie caratteristiche
Specie meno legata all'ambiente Specie meno legata all'ambiente

Misure

Perdita dell'habitat

Aménager des lagunes sur les rives lacustres.
Creare dei corpi d'acqua poco profondi à proximité des rives lacustres e dans les zones alluviales.
Conservare le ghiaiere dopo l'estrazione dei materiali e les gravières après extraction des matériaux e sviluppare una parte delle loro banche su un pendio dolce.

Mancanza di dinamica negli ambienti acquatici

Ristabilire una dinamica naturale nella zona littorale dei laghi - favorendo le fluttuazioni del livello dell'acqua - diminuendo localmente la pendenza del littorale. Stabilire una dinamica negli stagni controllando l'approvvigionamento idrico tramite delle valvole. Aprire e mettere a nudo il substrato eliminando una parte della vegetazione quando gli ambienti sono completamente stabilizzati e vegetati. Diversi corpi d'acqua a differenti stati di copertura dovrebbero essere disponibili su scala di settori di qualche km. Una gestione regolare è auspicabile, secondo un modello di rotazione sfalsato nel tempo e nello spazio.

Eutrofizzazione delle acque

Preservare la qualità fisica e chimica delle acque a un livello oligo- a mesotrofico.
Creare una zona tampone il più larga possibile attorno ai corpi d'acqua.

Lacune conoscitive

Migliorare la conoscenza dell'ecologia e della biologia della specie.

Scomparsa definitiva

Reintrodurre la specie nei pressi delle località storiche, dove era presente in passato.
Ricorrere a una banca dei semi europea. Una tecnica promettente consiste nel trasferire i sedimenti da una stazione conosciuta e dove sono presenti le oospore verso un ambiente potenzialmente favorevole.

Oscuramento delle acque ferme da parte di piante legnose

Accorciare periodicamente una parte dei cespugli e degli alberi che oscurano i corpi d'acqua che possono accogliere N. hyalina.