Strumenti di determinazione

La determinazione della specie è da effettuarsi preferibilmente su campioni freschi o conservati in alcool. Infatti, in campo è sovente possibile riconoscere di primo acchito e ad occhio nudo (o usando una lente d'ingrandimento x20) le caratteristiche essenziali che permettono di distinguere i generi e un certo numero di taxa. Esaminare invece i campioni d’erbario è più difficile, perché possono essere deformati e saldati tra loro dopo l’essiccazione. In questi casi, prima di manipolare il materiale per la determinazione, occorre immergere gli organi da studiare (verticilli e internodi superiori degli assi) a lungo in acqua o, se il campione fosse molto incrostato, in una soluzione debolmente acida (aceto).

L'aspetto generale dei rami lascia raramente dei dubbi sull'appartenenza ad un genere. La presenza di bulbilli (nel sistema radicale) permette un’identificazione alla specie nel genere Chara. È quindi essenziale raccogliere l’intera pianta. La presenza di mucillagine nei corpi fertili è un criterio importante nel genere Nitella che dev’essere annotato in campo al momento della raccolta (e aggiunto all’etichetta del campione), poiché scompare con l'uso di alcool e nel materiale d’erbario.

I taxa più difficili da identificare necessitano indagini più approfondite, come uno studio dettagliato e la misurazione dei corpi fruttiferi maturi con uno stereomicroscopio e un microscopio ottico. L'uso di uno stereomicroscopio binoculare a forte ingrandimento (x160 e dotato di vite micrometrica) è essenziale per guidare la determinazione che è possibile solo grazie alle misurazioni effettuate con un microscopio ottico che ingrandisca almeno x500 (e permetta anche di osservare le ornamentazioni delle membrane delle oospore).

Data la complessità della determinazione di alcune specie, la chiave fornita in queste pagine mira a fornire due livelli di competenza: un primo livello per i non specialisti, con gli "aggregati" e le specie facilmente riconoscibili in campo; un secondo livello, per i più esperti, con le specie difficili e le sottospecie, forme o varietà che richiedono un livello di conoscenza più elevato e strumenti più sofisticati (steremicroscopio e microscopio).

La pubblicazione della chiave su FloraWiki disponibile in francese o in tedesco (versione in italiano in preparazione) permette alla chiave di essere aggiornata e migliorata regolarmente, grazie soprattutto al contributo degli utenti che hanno la possibilità di lasciare direttamente dei commenti. 

 

 

 → clé en FloraWiki (FR)

 → Schlüssel FloraWiki (DE)